Un altro blog

testata1

Un altro blog: ce n’era bisogno? Probabilmente no.
Il web è pieno di blog. Abbondano quelli sul cibo, i fashion blog e i blog sulla gestione della maternità.
I fashion e i food bloggers sono quelli che nell’Antica Roma si consideravano  “ magistri elegantiarum “, cioè coloro che dettano le regole a un uditorio disorientato, perché in fondo siamo quello che mangiamo e quello che indossiamo. Tutti non fanno che ripeterlo. Non mi metto in competizione. Per natura la lotta non mi riesce bene, preferisco stendere un tappetino a terra ed eseguire una posizione capovolta di yoga. Come lo yoga per certi versi, anche un blog rappresenta una sfida con sé stessi e con l’immenso magma ribollente che è il web, che tutto inghiotte, digerisce e rigurgita in modalità imprevedibili.
Stare nella rete con la sola piccola protezione di un blog è  come costruire nel bosco una casetta che il lupo potrebbe facilmente soffiare via. “I tre porcellini” e’ sempre stata una delle mie fiabe preferite: la parabola di tre animaletti pavidi che vincono una guerra impari contro l’immensa potenza della natura selvaggia, e lo fanno tramite l’uso dell’ingegno. Forse è presunzione, o incoscienza, ma ho sempre creduto che l’ingegno e l’ironia mi avrebbero salvata dal lupo. E per ora è andata così.  In questo blog vorrei metterci questi due superpoteri, l’ingegno e l’ironia , per ricordare a me stessa e a chi mi farà l’onore di seguirmi, cosa ci rende simili, e umani. Buona lettura

Un pensiero su “Un altro blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...