Arrugginite

Photo by Vidar Nordli-Mathisen on Unsplashvidar-nordli-mathisen-1062188-unsplash.jpg

Che colore indossate oggi? Siete vestite di nero, di blu o di grigio? Non vi siete accorte che è esplosa la mania del rust, il colore per tutte le donne, per tutte le etnie, per tutto il giorno? Dalle Alpi alle Piramidi, da Parigi a New York, da Berlino a Napoli, il rust invade gli armadi, dopo essere stato proposto nelle passerelle. Rust is the new black. Rust never die. O rust o niente.

Vi state chiedendo #checazzoèilrust?

Il rust è il color ruggine, nuance preferita degli anni Settanta, tipica dell’architettura postindustriale e molto di moda anche nei boschi e nei parchi in autunno.

Cosa?! Non avete neanche un capo di abbigliamento di quel colore, perché avete sempre pensato che fa cagare e sta malissimo vicino alla pelle che, dopo le glorie estive, vira verso una preoccupante tonalità grigio calce?

E’ ora di correre ai ripari! Le possibilità e le sfumature di questo irrinunciabile must della stagione sono molteplici: gli stilisti lo abbinano al blu petrolio, al verde, ma anche ai colori chiari (per un effetto più classico) e – udite, udite – al NERO. Lo so che la mamma vi ha vietato di accostare nero e marrone, nero e blu, ma è ora di tagliare il cordone ombelicale, no?

Se avete l’armadio pieno di vestiti niente paura. Il rust si può mettere sui capelli (sembra che Emma Stone l’abbia sfoggiato all’ultimo Festival di Venezia), oppure sulle unghie nella manicure, e ancora potete comprarvi una tazza all’IKEA o prendervi un gatto arancione. Io per esempio possiedo un servizio di piatti ruggine: pare che il marrone tolga l’appetito (non è vero N.d.R.).

Se avete ancora bisogno di ispirazione, sappiate che su Instagram esistono tre milioni di post con #rust e #rusty e che le fashion blogger lo consigliano accostato al rosa, al rosso fuoco, al verde lime e al senape, per aumentare considerevolmente l’effetto fastidio.

Concludendo, se andate pazze per il look anni Settanta che impera ovunque, se avete i capelli rossi e le lentiggini, se siete un divano, una zucca o un mattone, possibilmente vintage, il rust è il vostro colore. Per tutti gli altri c’è il solito nero.

#fashionisnotacanyon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...